Avia Pervia

Avia Pervia
"Great minds discuss ideas. Average minds discuss events. Small minds discuss people" Eleanor Roosevelt

sabato 20 giugno 2015

Baci da film per il National kissing day


Sapete che giorno è il 19 giugno?  
Si tratta del National Kissing Day, il giorno in cui tutti sono invitati a baciarsi.
Sono permesse le romanticherie sdolcinate e i baci passionali, oggi nessuno può criticare nessuno se lo fate.
Questa simpatica iniziativa è farina del sacco del sito kissingday.co.uk, che da 10 anni sponsorizza l'idea di istituire un giorno dedicato al gesto più romantico ed intimo del mondo.
Non solo baci di coppie, ma anche simpatici contest in cui stabilire chi è il personaggio famoso più "baciabile"!
Come ogni iniziativa virale che si rispetti, neanche il tempo di girarsi e i baci si sono diffusi a macchia d'olio, accompagnati dall'hashtag ufficiale #nationalkissingday. Ovviamente è già tendenza e ondate di foto "kissable" stanno ricoprendo i principali social network, primo della classe ovviamente Instagram.
Tante anche le collaborazioni con brand famosi e magazine, a supporto dell'iniziativa, che ogni anno diventa sempre più grande, coinvolgendo ogni volta nuovi nomi. Tra i brand inglesi più conosciuti che hanno aderito a questa iniziativa, ad esempio si trovano "Soft Lips" e il "British Heart Foundation".
Tra un bacio ed un altro, troverete anche aforismi e tenere citazioni ad accompagnare le foto, pensate che non mancano nemmeno dei veri e propri inviti ad essere baciati come ad esempio: "Oggi è il #nationalkissingday avete 24h ore per baciarmi", o ancora: "chi viene a baciarmi su #nationalkissingday?".
Mentre con un pizzico di ironia le ragazze single scrivono: "questa tendenza mi fa sentire ancora più zitella" oppure si chiedono: "vedo gente che limona con il proprio cane o in alternativa foto di Harry. Mi sfugge qualcosa".

Non possono mancare le immagini dei migliori baci del cinema e qui ve ne offriamo una piccola selezione attraverso una carrellata di baci indimenticabili che ci hanno fatto sognare nel buio delle sale cinematografiche...!

Il Signore degli anelli

Ghost

Cruel Intentions

Titanic

Vi presento Joe Black

Via col vento

Romeo and Juliet

Twilight

Spiderman

Pearl Harbour

Colazione da Tiffany


50 sfumature di grigio


martedì 16 giugno 2015

Un doodle per ricordare la Magna Charta



La Magna Carta, nota come “Magna Charta Libertatum“, il 15 giugno spegne 800 candeline: è uno dei celeberrimi documenti sulla Libertà del mondo.

Per celebrare l'avvenimento, Google dedica all’evento un doodle animato (opera di Matt Cruickshank), che è visibile solo in alcuni paesi come Regno Unito, Islanda, Italia, Ucraina, Repubblica Ceca, Slovacchia, Bulgaria, Grecia, Israele, Nigeria, Kenya, Sud Africa, Corea Del Sud, Taiwan, Australia e Nuova Zelanda.

Il doodle ritrae la scena di un barone ingiustamente detenuto, il quale trova un alleato proprio in un cavaliere del Re, per poi correre a tutta birra verso la Libertà.
La Carta venne firmata il 15 giugno 1215. Si trattò del primo atto, in epoca feudale,  con cui si concesse il riconoscimento universale dei diritti dei cittadini.
Costituisce un documento fondamentale per il riconoscimento di un diritto fondamentale dell’uomo: la Libertà.

Con la Magna Carta, detta Magna per non confonderla con un provvedimento minore, una carta emanata proprio in quegli anni per regolamentare i diritti di caccia,  il Re d’Inghilterra Giovanni detto il "Senza Terra" (fratello successore di Riccardo Cuor di Leone) riconobbe i diritti di feudatari, Chiesa, città inglesi e uomini liberi riducendo in sostanza i poteri del sovrano. Anche se presentato come un atto di concessione, fu un riconoscimento di diritti reciproci.

Data la rilevanza di questa ricorrenza, è stato aperto un account Twitter, @MagnaCarta800th, per celebrare la prima vera carta dei diritti dell’Uomo, l’hashtag è #BillOfRights e #MagnaCarta.

La Carta col tempo ha subìto diverse modifiche, disperdendo in tal modo, diversi princìpi che erano alla base di questo fondamentale documento. Tuttavia ciò che ancora permane è un principio fondamentale per la nostra Democrazia, ossia il “diritto al giusto processo”.

martedì 2 giugno 2015

2 giugno, Festa della Repubblica


Oggi 2 giugno festeggiamo la Festa della Repubblica Italiana


Fu il primo referendum a cui i cittadini vennero chiamati a scegliere, a suffragio universale, quale forma di governo volessero.
Dopo la seconda guerra mondiale e la guerra civile che fu la Resistenza, gli Italiani scelsero la forma Repubblicana.
La Repubblica prevalse sulla Monarchia di oltre 2 milioni di voti.
Mentre al Centro-Nord ci fu una netta prevalenza di voti a favore della Repubblica, nel Sud d'Italia la grande maggioranza votò a favore della Monarchia.
Occorre ricordare che la Resistenza e l'occupazione tedesca fu un fenomeno vissuto solo dalle regioni centro-settentrionali che non toccò, se non marginalmente, il Meridione.
L'abbandono del Paese da parte dei regnanti, per rifugiarsi oltre le linee americane, fu sentito solo al Centro-Nord, il quale votò massicciamente a favore della Repubblica.
Queste peculiarità storico-culturali, ancor oggi si riflettono nella spaccatura culturale del nostro Paese.
Il famoso detto: "Fatta l'Italia, ora son da fare gli ITALIANI" è vero ora come allora.
Solo il tempo e politiche lungimiranti potranno portare all'Unità Nazionale che ancora manca.

Auguri Italia. Sei una bellissima Repubblica, ottenuta a caro prezzo dal sangue dei nostri antenati. Siamone grati, siamone orgogliosi.

Non dimentichiamolo mai.