Avia Pervia

Avia Pervia
"Great minds discuss ideas. Average minds discuss events. Small minds discuss people" Eleanor Roosevelt

lunedì 18 giugno 2012

Legge sull'ABORTO, L. 194/1978

 
 
 Mercoledì 20 giugno la Corte Costituzionale dovrà pronunciarsi sulla compatibilità o meno della legge 194/78, cioè quella che regola il ricorso all'aborto, con gli articoli 2 e 32 della Costituzione italiana che tutelano rispettivamente i diritti inviolabili dell'uomo e la salute, su richiesta di un giudice tutelare di Spoleto.
 
Il magistrato umbro ha basato il suo ricorso su una sentenza della Corte di giustizia dell'Unione Europea che, secondo la sua interpretazione, equiparerebbe di fatto gli embrioni umani all'essere umano vero e proprio, stabilendo quindi il principo che qualunque tutela per il secondo dovrebbe essere estesa anche ai primi.
Nel caso in cui passasse questa intepretazione il ricorso all'interruzione di gravidanza diverrebbe incostituzionale e la 194 crollerebbe.


Non si è abortisti o a favore dell'aborto, ma della libera scelta.
L' aborto è una scelta personale, non un dibattito politico.
L'ABORTO TERAPEUTICO E' UNA SCELTA PERSONALE CONDIVISIBILE O MENO.

L'ABORTO PER COMODO, E' SOLO UNA SCELTA.

COME BERE ALCOLICI OLTRE IL LIMITE CONSENTITO PRIMA DI PRIMA DI METTERSI ALLA GUIDA.

E' CHIARO CHE VI SONO CASI LIMITE, COME AD ESEMPIO IN CASO DI STUPRO O VIOLENZA PRIVATA, MA SONO APPUNTO CASI-LIMITE, QUINDI ECCEZIONI ALLA REGOLA GENERALE.

A MIO AVVISO LA REGOLA DEV'ESSERE CHE:

ART. 1 L'ABORTO PER MOTIVI DI SALUTE DEVE ESSERE CONSENTITO.
ART. 2 L'ABORTO PER SCELTA ECONOMICA, SOCIALE, O DI COMODO, NON PUO' ESSERE CONSENTITO DALLA LEGGE DELLO STATO ITALIANO.

L'ABORTO PER COMODO, INFATTI, (ES. PERCHE' MI SONO DIMENTICATO/A DI USARE CONTRACCETTIVI) NON PUO' ESSERE AMMESSO, SALVO CHE IN CASI ECCEZIONALI, CHE DEVONO TUTTAVIA ESSERE PREVISTI PER LEGGE, E COMUNQUE IN OGNI CASO RICONDOTTI AL PRUDENTE APPREZZAMENTO DEL GIUDICE.

SONO D'ACCORDO COL GIUDICE DI SPOLETO.
CHIARIAMO INCONTROVERTIBILMENTE IL PUNTO E DECIDIAMO SALOMONICAMENTE E UNA VOLTA PER TUTTE SE L'ABORTO PUO' O DEVE ESSERE CONSENTITO.

DOPODICHE', SMETTIAMO DI PARLARNE.

ACCETTIAMO CHE AL MONDO CI SIANO SITUAZIONI LIMITE PER CUI E' NECESSARIO PORRE FINE A UNA SPERANZA DI VITA.

PER NON PORRE FINE A DUE VITE INSIEME. MADRE E FIGLIO.

CHI E' ONESTO INTELLETTUALMENTE CREDO CHE NON POSSA SOSTENERE IN COSCIENZA E MORALE ETICA CIVILE, CHE SE UNA DONNA E' STATA STUPRATA DEVE PER FORZA METTERE AL MONDO UN FIGLIO DI UN DELINQUENTE, SE NON SE LA SENTE.

NON POSSIAMO PRETENDERLO.
 POSSIAMO DIRE, DA CREDENTE DI UN DETERMINATO SENTIRE RELIGIOSO, IO PERSONALMENTE NON ABORTIRO' MAI. NEMMENO IN QUEL CASO; MA COMUNQUE LASCIARE UNA VIA D'USCITA NETTA E CHIARA RITENGO SIA D'OBBLIGO.

PERCHE' LA SCELTA DI NON ABORTIRE MAI IN NESSUN CASO,  QUESTA E' UNA SCELTA PERSONALE, CORAGGIOSA E COERENTE, DISINTERESSATA.

MA NON POSSIAMO NEMMENO PENSARE SERIAMENTE DI IMPORRE IL NOSTRO SENTIRE RELIGIOSO A TUTTI, ANCHE A COLORO CHE NON CREDONO CHE LA VITA DI UN FETO ABBIA LO STESSO VALORE DI QUELLA DELLA MADRE.

NON SO CHI SIA IL GIUDICE DI SPOLETO, MA A LUI O LEI VA TUTTA LA MIA STIMA.

 
ASPETTO UNA VOSTRA PAROLA IN MERITO.

domenica 17 giugno 2012

La mia Patria: l'Italia, l'Emilia, Modena.




A me poco interessano la Gloria, il Potere o il Vil Denaro.
Chi mi conosce personalmente QUESTO LO SA BENE.

Il fatto è che sono STANCA di come vanno le cose.
Questa società in cui viviamo NON mi piace. Non è il mondo che vorrei. E non è vero che è l’unico o anche solo il migliore dei mondi possibili.
Lo diceva anche Voltaire ne “Il Candido”.
Smettiamola di pensare che solo perché le cose vanno in un certo modo da quando ne abbiamo memoria, questa possa essere l’unica maniera di vivere.
Non è il mondo che desidero per i miei figli, sempre se ne avrò, per la mia Famiglia e per gli Amici.
NON meritiamo un mondo MIGLIORE? Più giusto? Più EQUO?

Martin Luther King diceva: “I HAVE a DREAM”.
E negli USA ci hanno creduto, hanno LOTTATO per cambiare le cose.
Non dico che l’America sia perfetta, non avrà i nostri problemi ma ne ha sicuramente tanti altri.
Ma presenta alcuni caratteri che a NOI come ITALIA mancano. Quali?
Patriottismo, l'Amore e l'Orgoglio per la Patria e il principio che con una buona idea puoi far fortuna e cambiare vita.
In Italia la vita la cambi in peggio, oppure se vinci al Superenalotto, se ti arriva un’eredità cospicua o per matrimonio di convenienza (inclusa “separazione di convenienza”).
Voglio dire che a casa nostra vige una regola non scritta di IMMOBILISMO Sociale.
Poi non ci sorprendano le Olgettine o le Escort.
Nessuna sorpresa e nessun falso moralismo, per favore.
Non condividiamo? Certo che no.
E’ amorale? Ovviamente sì.
Ma non chiudiamo gli occhi e infiliamo la testa sotto la sabbia per non vedere che razza di brutto mondo è l’Italia, adesso.
A questo punto molti di Voi diranno: se non ti sta bene la Corruzione, il Qualunquismo e la mancanza di moralità ed Etica odierna, l’asservimento al Vil Denaro e le Logiche di Potere, chi te lo fa fare di rimanere?
Vai in America o in Germania o in Gran Bretagna dato che pensi siano posti così splendidi.
Invece no.
Cari Italiani, io non lo credo e non me ne vado.
E sapete perché? Perché a ME il mio PAESE piace.

Perché non c’è solo la "muffa" di cui sopra. C’è anche bellezza, creatività, cultura, speranza e Fede nel Mio Paese.
Io AMO casa mia. 
Ma sono abbastanza onesta intellettualmente con me stessa da ammettere le storture e le brutture. Non chiudo gli occhi davanti al male moderno. No.
Questo l’ho imparato dal mio nonno materno.
Lui che era orfano di madre,  e poi di padre, subito dopo la Seconda Guerra Mondiale, si è ritrovato solo a dover pagare la quota ereditaria a ben quattro sorelle, per non dover svendere la Sua terra, quella che gli avevano lasciato i genitori e prima ancora i suoi avi.
Nessuna di loro voleva la terra, volevano solo i soldi.
La situazione era dura, anzi no. Era durissima. E pensate si sia arreso? No miei cari compatrioti, affatto.
Ha lavorato con la furia del Diavolo e la forza dell’Intelligenza per risanare i conti.
E non ha venduto nulla ai vicini. Anzi. Dopo qualche anno ha espanso la terra e ha continuato ad espandersi, senza mai perdere un colpo.
Quante volte mi ha raccontato questa storia...
Verso al fine, la demenza senile l’aveva un po’ rimbambito…!
Ma il succo della vicenda non cambia.
LUI non si è arreso.
Non ha detto: vendo tutto e ricomincio da un’altra parte, in città magari.
NO. Lui ha scelto la strada DIFFICILE.
Si è intestardito a rendere fertile una terra che era dura e pareva sterile.
Ha fatto fortuna ed è diventato benestante.
Ma nonostante ciò, vedendolo all’apparenza lui sembrava sempre una persona umile come prima.
Anche se aveva le tasche piene di denari.
Perché? Perché Lui ricordava cosa voleva dire soffrire la fame e tirare la cinghia e si era ripromesso che mai più avrebbe fatto patire a se stesso, a sua moglie e ai suoi figli, ciò che avevano dovuto patire per tirarsi fuori dalla melma della Crisi economica post-bellica.
Lui era Italiano. Noi siamo Italiani. 
Ricordiamoci della Fierezza del nostro Paese: paese di Eroi, paese di Scienziati, di Inventori, di Artisti.
Paese di Imprenditori, piccoli, medi e anche grandi.
E risolleviamoci.
Prima degli altri Noi Emiliani.
Perché mio Nonno Giuseppe era Emiliano prima di tutto.
Di un paesino del nostro Appennino Emiliano.
Era forte, spietato nelle sue decisioni, ed era onesto, pure troppo. 
Corretto. Idealista, anche.  
Cinico negli affari, ma tenero di cuore se un vicino lamentava causa malattia di non poter pagare un debito. 
Generoso con chi e quando ne aveva bisogno. 
Ma SPIETATO con i FALSI, gli IGNORANTI, gli INVIDIOSI e i CATTIVERIOSI in genere.
Ora mio Nonno purtroppo non c’è più.
E’ passato all’altro mondo.
Ma mi, CI ha passato il testimone.
TOCCA A NOI SALVARCI.

“AIUTIAMOCI CHE DIO CI AIUTA”. 
Dico solo questo.

domenica 10 giugno 2012

EMILIANI: "Non ci pieghiamo e non ci spezziamo!"






 L' EMILIA ROMAGNA è una Regione splendida, di Lavoratori Instancabili, Onesti e Inflessibili.
Siamo CREDENTI: in DIO, nel Prossimo o nei Valori Civici...
o in tutte e TRE le COSE.

Ma ciò che è importante è che siamo tutti in un modo o nell'altro Credenti in Qualcosa
Soprattutto nel detto: "Aiutati che Qualcuno ti aiuta!"

Abbiamo CORAGGIO, CUORE e CARISMA. NON SIAMO SEMPRE nati QUI...  
A volte siamo adottati,veniamo da FUORI, ma venendo qui troviamo una Casa, un Paese e Concittadini pronti ad accoglierci, basta rispettare le regole della convivenza civile. 
IL RISPETTO è ESSENZIALE.
Voglio dire che il Disastro del Sisma non è dovuto a VENDETTA DIVINA, come abbiamo letto su WEB, per i nostri PECCATI. Ma piuttosto, da appassionata e fervente credente è frutto casomai del Diavolo, che vedendo quanto noi non abbassiamo la testa, continua a colpirci, più incattivito che MAI. 
Perchè sa che vinceremo NOI, ma tuttavia, non si rassegna e cerca di fiaccare il nostro spirito con la PAURA. PAURA che abbiamo, ma che AFFRONTIAMO con Coraggio, ogni volta che usciamo di casa per riprendere le nostre faccende quotidiane. 
Ogni volta che Ci diciamo: "Coraggio, passerà anche questa!"
O come si suol dire dalle nostre parti: "TIN BOTA!"

NOI CI RIALZEREMO. LO SO. NE SONO CERTA.
Perchè?  COME FACCIO A SAPERLO?

Tranquilli non sono una medium, non ho poteri mistici e non sono imparentata nemmeno alla lontana con Vanna Marchi. 
Ci mancherebbe.
Non sono "Nostradamus", questo è certo e non ho poteri occulti. 
Ma dico che CI RIALZEREMO perchè ABBIAMO la VOLONTA' INTEGERRIMA di FARLO. 
E lo FAREMO senza SE e senza MA.

sabato 9 giugno 2012

Festa PRO Comuni terremotati: raccolti 12.000 euro solo a MODENA



8 Giugno 2012.
Parco Ferrari, Modena

Presso FESTA del PD sono state servite 1393 persone, da circa una ventina di camerieri volontari. 
Io ero fra questi. 
L'unica RAGAZZA giovane tra adulti, persone più mature e Giovani (Uomini). 
E' rimasto questo del Vero spirito VOLONTARIO? 
A parte chi si trova nei campi  con la protezione civile??
Bada ai fatti tuoi? E andrà tutto bene?

Che vergogna. Ripeto: che Vergogna per il mio stesso sesso essere cadute così in basso. 
Gli Uomini OGGI sono più generosi. Noi donne guardiamo il portafoglio, la bella macchina, il fisico da Divo, la celebrità?
E in cosa di grazia siamo poi così diverse dalle Olgettine del Cavaliere?

Che delusione.  Niente falso moralismo, giuro.

Il Femminismo è morto e nemmeno ce ne siamo accorte.
Come che il Volontariato sia solo per chi è in certi enti, quindi un'etichetta come un'altra e NON debba essere una necessità per il buon funzionamento della Società Civile.